La mia storia con i cavalli inizia tanti anni fa, in un piccolo paesino dell’Amiata.
E' stato mio padre, Dino Pieraccini, a trasmettermi questa passione ed ad insegnarmi ad amare questi splendidi animali. Anche il mio nome è legato ad un cavallo, Cesare era infatti un cavallo di mio padre, che durante la guerra, mi salvò la vita proprio quando stavo venendo alla luce. Ho iniziato a cavalcare all’età di 8 anni, salivo in sella e lo seguivo in ogni sua attività giornaliera, trascurando spesso anche la scuola.

 

Cesare Pieraccini a scuola

 

Non c'è voluto molto perché questa passione diventasse un lavoro. Quando ho iniziato ad andare a cavallo il mondo dell'ippica era molto diverso da come è oggi, partecipare alle corse regolari negli ippodromi era un lusso per pochi, gli spostamenti erano allora molto difficili e i costi proibitivi. Le mie prime esperienze con le competizioni le ho avute nelle feste paesane, dove si organizzavano i palii e le corse provinciali. Mio padre si occupava di tutto, dal veterinario al fantino, in questo modo le spese erano minime e grazie alla nostra grande passione la mia famiglia riusciva a vivere o per meglio dire sopravvivere con le vincite dei nostri cavalli.

 

 

Mio padre Dino dal 1939 al 1950 partecipò ben nove volte al famosissimo palio di Siena con lo pseudonimo di Bubbolino 

1) 16 agosto 1936 - Valdimontone - Melisenda

2) 2 luglio 1937 - Torre - Masina

3) 16 agosto 1937 - Selva - Aquilino

4) 16 agosto 1938 - Pantera - Folco

5) 2 luglio 1939 - Valdimontone - Sansaro

6) 2 luglio 1947 - Torre - Folco

7) 2 luglio 1948 - Onda - Piero

8) 2 luglio 1949 - Valdimontone - Popa

9) 16 agosto 1950 - Valdimontone - Dorina

 

Avevo venti anni quando mi sono trasferito qui a Roma, dove per diversi anni sono stato prima monta della scuderia CFD dell'Avvocato d'Alessio

 

Io sono il giovane a sinistra, quando ero primo fantino della scuderia CFD (una delle più grandi e importanti di Italia), poi ci sono l'Avv. Carlo D'Alessio proprietario della scuderia CFD, Francesco D'Alessio figlio dell'Avv. D'Alessio, Ferdinando Biasci, Allenatore della scuderia. Qui siamo all'ippodromo Maia di Merano, 1964, al tondino, prima di iniziare la corsa.

Carlo D' Alessio è stato un grande proprietario e allevatore di cavalli da corsa e ha scritto alcune tra le pagine più gloriose della storia dell'ippica italiana degli ultimi cinquant'anni.

 

Al traguardo, dove mi aggiudico la Vittoria.

 

                 

Qui siamo all'Ippodromo Maia di Merano nel 1962 quando frequentavo una scuola per corse a ostacoli.

  Qui siamo all'Ippodromo Maia di Merano nel 1964 durante una corsa ad ostacoli, Cavallo Osilio.

 

Anche io, come mio padre ho partecipato al palio di Siena con lo pseudonimo di Bubbolino secondo, due volte nel 1968 e nel 1969

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1) 2 luglio 1968 - Pantera - Danubio della Crucca

2) 2 luglio 1969 - Drago - Macchina II

 

 

Anche mio figlio Fabio Pieraccini sin da bambino ha maturato la sua passione per i cavalli.

Diventò gentlemen (signori a cavallo, non pagati, che gareggiano per passione), ottenendo dei risultati eccezionali riuscì a diventare professionista, vinse infatti più di 100 corse.

 

 

Quando smisi di correre perché la mia stazza non me lo permetteva più iniziai a lavorare come autista per un trasportatore di cavalli. Riuscii con tanto duro lavoro a riscattare un vecchio camion e mi misi in proprio, così fondai la "Trasporti Ippici Pieraccini" ed iniziò la mia avventura come imprenditore.  Il mio amore per i cavalli e la passione per il mio lavoro non sono mai tramontati.

 

Please publish modules in offcanvas position.